Home | Video interventi | Commemorazione Umberto Eco: il mio intervento in Senato

Commemorazione Umberto Eco: il mio intervento in Senato

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Schermata 2016-02-24 alle 10.12.03

 

MONTEVECCHI (M5S): Signora Presidente, anche il Movimento 5 Stelle si unisce al ricordo di Umberto Eco. Non enumereremo nuovamente tutti i campi del sapere e le numerose importanti iniziative di cui Eco fu anima propulsivae fondamentale. Chi come me ha avuto l’onore di frequentare l’Università degli studi di Bologna, conserva dei ricordi anche personali di questo grande professore, perché alle lezioni di Eco si andava anche se non facevano parte del proprio percorso di studi. Umberto Eco ha dato tanto all’Università degli studi di Bologna, fondando e dando impulso a una parte del dipartimento delle discipline per lo spettacolo, al corso di laurea in scienze della comunicazione e alla scuola superiore di studi umanistici. Noi oggi desideriamo ricordare Umberto Eco per le innumerevoli lezioni di vita che ha dato fuori delle aule universitarie, semplicemente vivendo. Noi crediamo che, con quelle lezioni, Eco abbia insegnato a tutti noi e continuerà ad insegnare alle generazioni future l’importanza di coltivare lo studio e la lettura, di saper mettere in discussione le proprie convinzioni (finanche a cambiarle) e di coltivare la curiosità ed il piglio investigativo di chi non si accontenta di una conoscenza superficiale, ma va a fondo nelle cose per poter sviluppare un sano e pieno spirito critico e navigare in modo sicuro nel mare magnum dell’informazione e del web. Egli ci ha insegnato ad osservare la realtà senza snobismo, ma cogliendo in ogni espressione umana una lezione universale. A noi piace salutarlo ricordando una delle sue celebri frasi presente in un articolo intitolato: «Perché i libri allungano la vita». Umberto Eco scriveva: «Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge, avrà vissuto 5.000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito (…) perché la lettura è un’immortalità all’indietro». Noi oggi ringraziamo Eco perché con la sua opera monumentale ci permette ogni giorno di vivere un’immortalità all’indietro.

1 Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>